Myamar

Inle – Fascina Terra da scoprire

Veniamo in Birmania a maggio quando fa caldo moltissimo ed alla fine del viaggio, fortunatamente Inle ci aspetta con un tempo molto fresco. Si trova a quasi mille metri d’altitudine, questa tappa è molto bella grazie al verde paesaggio ed è certamente una destinazione da non perdere del paese.

Si tratta del secondo lago pìu grande in Birmania, il lago di Inle si svolge un ruolo molto importante nella vita degli abitanti qui. E di pìu, è anche il rifiuto per tante specie di uccelli, pesce, lumache… in cui ci sono endemiche e non si trovano in nessun’altra parte del pianeta.

La nostra scoperta di questa destinazione è iniziata da un giro con la barca a motore. La barca vi porta dalle piccole canali dove l’acqua è ancora torbida fino al lago. Il panorama apre ampiamente prima dei nostri occhi con il lago, le montagne circondate ed il blu cielo. Ci immergiamo in mezzo della natura e godete la fresca aria. L’acqua là diventa molto chiara e possiamo vedere le alghe mosse

Durante il giro, scoprite un interessante vita sull’acqua. Ci passano le barche cariche di frutta, di alghe, di merci. Entriamo nei villaggi cotruiti su palafitte di tanti colori tra i caratteristici orti galleggianti base dai giacinti d’acqua. Davanti di ogni casa, c’è sempre una barca ormeggiata che è il principale mezzo di trasporto qui.

E poi sara’ una grande mancanza se non menzioniamo ai bravi pescatori sul lago di Inle. Hanno il meraviglioso equilibrio quando appoggiano il remo su una gamba e tengono la nassa con le mani. È un’immagine molto diffusa su questo lago che diventa quasi un simbolo degli Intha

Inoltre, diversi lavori artigianali che possiamo trovare qui sono un altro highlight del lago. Prima di tutto sara’ la tessitura dal filo del loto. Usano le materie davvero naturali da poter fare le sciarpe, gli abbigliamenti, le cose carine davvero speciali. E poi arriviamo al workshop dove fanno i gioielli in argento. È un lavoro molto abile quando devono unire i piccolissimi dettagli insieme da aver un completo bracciale, una collana… Qui possiamo trovare molti tipi dei gioielli e credo che alle maggior parte delle donne piace questo luogo!!!

Nel secondo giorno, abbiamo l’occasione di visitare il mercato di cinque giorni. Ogni cinque giorno, questo mercato si svolgera’ in un altro paesino che circondano il lago. Entriamo totalmente in cultura locale qui con diversi barcarelle di diverse merci: souvenir, abiti e tessuti, attrezzi di metallo, coltelli, sigari, frutta, verdure…

Salutiamo il mercato, partite verso le colline di Indein. È un villaggio molto pacifico con molte bambu’. Per raggiungerci, la nostra barca “sale” sul canale visto che gli abitanti bloccano l’acqua da mantenere il livello d’acqua in inverno. Lungo il canale, vediamo i bambini che fanno bagno, le donne lavano i vestiti… che sono le loro attivita’ quotidiane

Arriviamo ad Indein e dopo un breve cammino nel villaggio, troviamo molti stupa e templi costruiti da tanto tempo fa. Vediamo la differenza del tempo tra quelli nuovi, quelli antici ed anzi quelli in rovina, tutto crea un panorama da cartolina che ci fa sembrare di tornare al passato

Abbiamo finito due giorni in Inle ma tutti i bei ricordi rimangono certamente sempre nel nostro cuore. Gli abitanti ospitali, il paesaggio autentico, la nuova cultura sono i distintivi aspetti che rendono la Birmania una bella destinazione da scoprire in Asia, come le parole di Rudyard Kipling:

“Questa e’ la Birmania e nessun altro Paese gli e’ simile”

Show More

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

Close
Close